L R AS Pubblicato su lunedì 30 agosto 2021 - n° 371 - Categories:pannelli, evolution-stat

La vita dei pannelli vista dall'Agenzia Internazionale dell'Energia

L'Agenzia Internazionale dell'Energia (IAE) esamina la durata di vita dei pannelli

L'Agenzia Internazionale dell'Energia (IAE) ha studiato la durata di vita dei pannelli fotovoltaici. Sottolinea che il degrado e la durata totale della vita

Il ciclo di vita di una centrale solare ha un'influenza diretta sull'elettricità prodotta e quindi sul flusso di cassa, che determina la redditività di una centrale solare.

Le durate e i tassi di degradazione sono valori medi derivati da valutazioni. Non derivano dai componenti delle apparecchiature, dalla qualità delle installazioni o dalle condizioni climatiche. La potenza di uscita prevista è derivata da tassi di degradazione lineari che non corrispondono al processo di degradazione sul campo, che è generalmente non lineare.

Lo studio IEA fornisce una modellazione empirica del degrado e la previsione della durata di vita dei pannelli fotovoltaici, poiché sono i componenti principali dei sistemi fotovoltaici ad essere soggetti agli effetti del degrado. Per altri componenti, non sono disponibili dati scientifici comparabili.

Cerca di chiarire i diversi termini che non sono usati in modo coerente dall'industria o dai ricercatori. Questo è specialmente il caso del termine "fine vita" per il quale non si può dare una definizione generalmente applicabile a tutte le situazioni. Tuttavia, la definizione è cruciale per la durata calcolata, l'efficienza e tutti i parametri associati, e quindi il LCOE. Inoltre, i fattori climatici giocano un ruolo importante nel degrado e sono specifici all'ubicazione degli impianti

La durata dipende da diversi fattori di stress climatico. Bisogna distinguere tra i fattori macro-climatici che influenzano i pannelli e la posizione del materiale. Ci sono dati o mappe per le regioni climatiche. E fattori microclimatici: questi identificano i parametri che sono rilevanti per i processi di degradazione e quindi anche per i modelli matematici che si occupano della degradazione dei pannelli e della previsione della vita utile. Tiene conto della temperatura e dell'umidità che hanno un effetto sulla durata e sulla prospettiva di degradazione.

Una volta determinati questi fattori, lo studio modella il degrado. Questo si traduce in approcci molto diversi alla modellazione empirica della previsione delle prestazioni di vita e della durata del prodotto, come la modellazione statistica empirica dei pannelli fotovoltaici e la modellazione fisica empirica. Usano forme analitiche o numeriche per rappresentare la fisica e la chimica fondamentali dei fenomeni.

Un'altra fase dello studio si concentra su degradazioni specifiche del pannello come il backsheet o il cracking delle celle o la corrosione elettrochimica. I materiali polimerici sono noti per essere sensibili agli effetti di degradazione causati dai tipici fattori di stress climatici come l'alta temperatura, l'umidità e i raggi UV.

È qui che i modelli di degrado delle prestazioni possono essere affrontati. Sono modelli di base per prevedere il degrado dei pannelli nel tempo per tipi e luoghi specifici.

Gli ultimi lavori scientifici dimostrano che i modelli di durata e di degrado dei pannelli fotovoltaici sono particolarmente utili se combinano diversi approcci di modellazione e includono il know-how e i parametri più rilevanti per modellare gli effetti del degrado. Tali modelli possono differenziare il comportamento di diversi tipi di pannelli e includere la situazione in diversi luoghi di servizio. Per alcuni segni, è anche necessario utilizzare approcci di modellazione a più stadi per ottenere risultati significativi.

Per leggere lo studio : https://tecsol.blogs.com/files/report-ieapvps-t13-16_2021_service_life_estimation_4_pv_modules.pdf

https://tecsol.blogs.com/mon_weblog/2021/08/lagence-internationale-de-lenergie-iae-r%C3%A9alise-des-travaux-sur-lestimation-de-la-dur%C3%A9e-de-vie-des-mo.html

Tecsol del agosto 2021

Nota dell'editore: facendo uno studio generale dei fattori che influenzano la fine della vita dei pannelli, l'AIE è obbligata a generalizzare, a standardizzare le risposte e ad annacquare le sue scoperte. Il risultato è quindi deludente

Iscriviti alla newsletter "Le Fil de l'Actu"