L R AS Pubblicato su sabato 5 settembre 2020 - n° 330 - Categories:agro fotovoltaico

Un parco fotovoltaico da 1 GW in Cina

La cinese Baofeng sta costruendo un parco agrivoltaico di 1 GW che ospiterà la produzione di bacche di goji nella provincia di Ningxia. Finora sono già stati collegati alla rete 640 MW.

L'ecosistema di questa regione è migliorato, il numero di piccoli animali selvatici è aumentato.

significativamente, come passeri, lepri e fagiani. L'impianto solare riduce l'evaporazione dell'umidità dal 30 al 40%. La copertura vegetale sarebbe aumentata dell'85% migliorando significativamente il clima regionale. L'intera piantagione utilizza l'irrigazione a goccia poiché la zona riceve pochissime precipitazioni.

I pannelli sono stati installati ad un'altezza di 2,90m.

Gli americani hanno dimostrato che l'agrivoltaismo offre un grande potenziale quando coltivano verdure a foglia verde (lattuga, spinaci) con colture di radici (patate, ravanelli, barbabietole e carote).

L'Università dell'Arizona ha detto che l'ombreggiamento dei pannelli solari sulle colture può produrre da due a tre volte più frutta e verdura degli impianti agricoli convenzionali.

Baywa r.e. e la sua filiale GroenLeven stanno costruendo cinque progetti pilota di energia agro-voltaica nei Paesi Bassi, dove stanno testando cinque diversi tipi di colture: mirtilli, ribes rosso, lamponi, fragole e more.

https://www.pv-magazine.com/2020/09/03/giant-agrivoltaic-project-in-china/

PV Magazine del 3 settembre

Nota dell'editore Ci sono pochi esempi di installazioni agro-voltaiche, ma ognuno di essi presenta i vantaggi di questa combinazione solare + agricoltura. E ricominciamo i test come se partissimo da zero! Quando avremo un database che elenca gli esperimenti, le verdure da privilegiare, i vantaggi e le insidie da evitare? Quando il Ministero dell'Agricoltura raccomanderà questo tipo di installazione?

Iscriviti alla newsletter "Le Fil de l'Actu"